La Stagione dei Pirati!

Che tu voglia fare il cameriere, o il cuoco, l’esperienza di una stagione estiva in qualche località balneare è un’esperienza che non ti devi far mancare.
La stagione estiva per come l’ho vissuta io, è un pò come decidere di diventare pirata imbarcandosi su una loro nave, salpando alla ricerca di un tesoro, che se hai scelto il posto giusto, a fine stagione un tesoretto te lo ritrovi anche.
Ma al di la di quanti soldi riesci a fare, e soprattutto mettere da parte durante i mesi che ti porteranno a settembre (o ottobre), quello che veramente ti arricchirà, sarà il viaggio su quella nave.

Partiamo dai personaggi. Se avete visto il film Disney Ratatouille, vi ricordete delle descrizioni fantasiose che venivano date sul background di ogni componente della brigata di cucina: quello che era stato combattente politico, un altro che si diceva capace di uccidere un uomo con un solo dito e via dicendo. Nessuno che venisse dalla scuola, una brigata di folli che per vari motivi si ritrovavano a lavorare in cucina insomma.
Ecco la realtà potrebbe sorprendervi e andare oltre la fantasia. I casi umani sono praticamente la normalità, anche perchè parliamoci chiaro, chi accetterebbe di lavorare anche 15 ore al giorno per almeno 3 mesi di fila senza giorno di pausa e molto spesso nemmeno per chissà quale grande stipendio (almeno in rapporto alle ore di lavoro), di cui una parte rigorosamente in nero e con la certezza che a ottobre dovrà comunque cercarsi un altro lavoro?
E’ evidente che la stagione raccoglie persone quantomeno borderline, con tanta necessità di lavorare e disposti a fare grandi sacrifici, oltre a grandi professionisti, veri e propri capitani di ciurme capaci di spingere la nave oltre i limiti che altre brigate generalmente non devono sopportare.

“Il problema non è il problema. Il problema è il tuo atteggiamento rispetto al problema. Comprendi?”
Jack Sparrow

Inizialmente potreste ritrovarvi a giudicare in maniera sbagliata alcuni dei vostri colleghi. Magari troverete antipatici o intrattabili persone che a ottobre saranno diventati i vostri migliori compagni di avventura.
Se c’è un aspetto del mio carattere che le varie stagioni hanno cambiato è certamente la capacità di giudizio verso gli altri.
Più di 10 ore al giorno, tutti i giorni, per diversi mesi, a contatto con colleghi che magari non conoscevate prima di maggio, vi porterà inevitabilmente a conoscere intimamente aspetti di alcuni di loro. Piccole sfumature, aneddoti, storie del passato, che possono svelare, spiegare, il perchè e il come si ritrovi ognuno a solcare insieme a voi quel mare irto di pericoli.
E chissà se magari, a fine stagione, avrete scoperto il motivo che ha portato anche a voi, a diventare pirata su quella folle nave.
Il sole è alto nei cieli, e le spiagge si riempiono di turisti, BANDO ALLE CIANCE E AI POSTI DI COMANDO CIURMA!
Anche oggi ci aspetta un’altra battaglia! Comprendi?

Lascia il tuo commento