A ognuno il suo

Qualcuno doveva dirlo. Abbiamo scelto il barman, perchè se è vero che nella ristorazione ci sono tanti improvvisati, mai come nel mondo dei cocktail si arriva a livelli così esasperanti di non addetti ai lavori (e manco imprenditori veri e propri) che dall’oggi al domani decidono di aprire attività in ambiti che non gli appartengono.Il Barman - Muratori e idraulici - Vignetta




Probabilmente la meno difficoltà economica, almeno apparente, con la quale si può aprire un piccolo bar, dove magari fare aperitivo (e quindi preparazioni di cibi) e dare una “bionda media” è il motivo per cui il muratore o idraulico di turno, ad un certo punto decidono di investire quei 20/30 mila euro nell’apertura di un locale.
Loro che per tanto tempo hanno costruito i locali di altri, ad un certo punto capiscono che hanno sbagliato tutto dalla vita e che “questi altri” (riferito a chi si è aperto un locale) incassano in una settimana quello che guadagnano loro in un mese.

“Se proprio volete aprire un locale
affidatevi a un esperto del settore
per capire come e dove
investire i vostri soldi”

Ecco, a tutti voi, se vi dovesse capitare di leggere questa occcata e nel frattempo avete giusto pensato di fare un investimento su quel locale sfitto nel centro di 40 mq che “ci verrebbe proprio bene un locale”, FERMATEVI! Pensateci prima! Non vi fate prendere dall’entusiamo, ma soprattutto, se comunque avete deciso che questa è la vostra scelta (ognuno ha il sacrosanto diritto di fare quel che vuole con i propri soldi) almeno prendete per buona questa dritta:
Se non siete del settore, prima di firmare un contratto d’affitto e di aprire una società, trovatevi un addetto del settore valido e fategli scegliere a lui le cose da fare, dai fornitori da scegliere, a come arredare il locale.
Si lo sappiamo che voi siete quelli che mettono i soldi, ma è chi è del settore che potrà farveli fruttare.
Una nave costruita male, è difficile che tornerà al porto!

Lascia il tuo commento