OCCCA MEETING – 12 Febbraio Milano BIT

Il 12 Febbraio ci incontreremo a Milano durante la fiera BIT (BORSA INTERNAZIONALE DEL TURISMO).
Per chi non lo sapesse l’anno scorso siamo già stati invitati a questa fiera, dove nella fattispecie vi è un padiglione gestito dallo staff di LAVOROTURISMO.IT che con il suo BIT4JOB gestisce la parte di recruiting all’interno dell’evento.
COSA VUOL DIRE?
Vuol dire che durante l’evento si incontreranno domanda e offerta di lavoro nel settore HO.RE.CA.
Grandi aziende, catene di alberghi, hotel e similari, cercano ogni anno centinaia anche migliaia di posizioni attraverso momenti come questo. BIT4JOB organizza questo incontro.

Dall’anno scorso BIT4JOB ha deciso di creare un momento di incontro tra quelle associazioni e federazioni che rappresentano, tutelano o raggruppano gli addetti del settore affinché queste possano confrontarsi tra loro e i propri iscritti.
OCCCA fu scelta fin dall’inizio assieme a grandi nomi come FIC, AIS, AMIRA, NOI DI SALA e molte altre.

L’anno scorso la partecipazione dei “follower” di OCCCA (ad oggi il termine tecnico più appropriato per identificarvi) fu maggiore di quella di qualsiasi iscritto o associato delle altre associazioni presenti.
Abbiamo parlato, ci siamo confrontati e discusso su tanti temi e progetti.
Con alcuni di voi, ora, a distanza di un anno, stiamo forse riuscendo a diramare quella matassa fatta di impegni personali, progetti, strategie e tempistiche per dar vita a qualcosa.
Un libro, un evento e chissà cos’altro.

Per il 12 molti di voi hanno già preso le ferie, prenotato treni, stanze di albergo.

Ma cosa succederà il 12?
Di cosa parleremo?
Gli argomenti saranno due, e sono due argomenti progettuali.
– OCCCADAY
– ASSOCIAZIONE di OCCCA

::: OCCCADAY :::

L’OCCCADAY di 2 anni fa ebbe un buon successo, con circa 2/3mila follower che indossarono una fascia gialla autoprodotta per far sentire la loro presenza e dissenso durante il primo Maggio, giornata dei lavoratori in cui noi, molto spesso, abbiamo la certezza che lavoreremo.
Fu una provocazione al come di fatto siamo la categoria più ignorata e slegata da qualsiasi contesto sociale di determinazione su diritti e tutele.
L’elemento della fascia funzionò alla grande.
In centinaia mandarono foto delle loro brigate in cui tutti la indossavano.
Al fine di migliorare questa pratica sono stati acquistati 50 braccialetti di prova con scritto OCCCADAY, gialli ovviamente, che verranno distribuiti durante la giornata del 12 Febbraio.
La scelta del bracciale è dato da 2 motivi:
– sono acquistabili in gran quantità, a un prezzo ridottissimo e facilmente personalizzabili.
– a differenza della fascia sono indossabili da chiunque, in particolare in quei locali di fascia elevata dove un nastro intorno al braccio potrebbe non essere accettato.
Un’evento del genere serve a sensibilizzare l’opinione pubblica.
SENSIBILIZZARE SU COSA?
Le tematiche sono molte e spararle tutte insieme creerebbe solo confusione.
L’OCCCADAY vuole essere una ricorrenza, motivo per cui ogni anno si affronterà una tematica diversa. COME?
Tutti insieme.
In 4 anni di OCCCA ho scoperto che tra camerieri, cuochi, baristi, pizzaioli e tutti noi, si nascondono capacità e volontà molto spesso sottovalutate.
Non solo laureati ma persone con la voglia di migliorarsi e migliorare quello che le circonda.
SIAMO UNA BRIGATA.
Come tale bisognerà comportarsi andando a coordinarsi per lavorare tutti in un’unica direzione.
Avete presente quando in sala gestite un rango e sapete che ad un tavolo serve un’acqua, voi andate a prenderla ma quando arrivate al tavolo un vostro collega di un altro rango gliel’ha portata al posto vostro?
O quando in cucina state finendo un paio di comande contemporaneamente ma un collega per “darvi una mano” sta facendo uno dei piatti di quella comanda?
Ecco.
Questo è quello che non deve accadere.
Per far si che non accada, OCCCA avrà il ruolo del maitre o dello chef del caso.
Non saremo quelli che comandano.
Saremo quelli che coordinano.
Cosa ci sarà da fare, a quale “comande” rispondere, lo stabiliremo durante il BRIEFING che avverrà ogni anno in occasioni come il BIT.

Tra le proposte più gettonate quest’anno, c’è la stesura di un CODICE DEONTOLOGICO.
Esistono leggi, norme, pratiche, procedure, tutte documentate e di libero accesso e teoricamente da rispettare.
Eppure nel 2019 dobbiamo leggere di persone uccise per aver ingerito alimenti contenenti allergeni di cui non erano stati informati. Colleghi che assumono per sbaglio prodotti chimici travasati in bottigliette dell’acqua.
Cucine che non lavorano a norma. Dipendenti non contrattualizzati in regola.
Alcuni di questi problemi vanno affrontati a livello istituzionale certamente, ma altri possono essere quantomeno arginati da un codice comportamentale da condividere, diffondere e far conoscere.
L’OCCCADAY è il momento adatto, l’evento con cui diffondere e firmare nel tempo azioni di questo tipo.
Ma se l’OCCCADAY è il verso da dare ad azioni necessarie, la direzione, costante e corretta nel tempo deve darla una presenza costante e formale. Questa direzione può essere data da un’associazione.

::: ASSOCIAZIONE OCCCA :::

L’acronimo O.C.C.CA. sta per ORDINE dei CAMERIERI e CUOCHI alla CArta.
Dopo 4 anni dalla nascita di questo progetto, parlare di un’associazione è quantomeno dovuto.
I motivi per cui oggi sentiamo la necessità di parlarne è in parte dato dalla spiegazione di cui sopra dell’OCCCADAY.

Un’associazione formale con degli iscritti ha un peso nella società reale, a differenza dei like di una pagina.
Oggi OCCCA conta circa 150mila follower.
Il follower è di fatto un’utente passivo, un cliente non pagante che consuma post, battute ironiche, rubriche didattiche e articoli di opinione.
L’associato è colui che partecipa a delle azioni collettive in cui si riconosce.
Quello che però più ci interessa di questa parola, “associato”, è il termine soci/società.
La “società ristorativa” in cui oggi viviamo non è esattamente quello che vorremmo. Sappiamo che si può fare di meglio, che si può lavorare meglio e giovarne tutti.
Quindi la domanda più consona non è chiedere se siete interessati a diventare associati, ma siete interessati a creare una società della ristorazione nuova.

Il modello con cui pensiamo attualmente di avviare l’iter di costituzione a livello nazionale sarà un crowdfunding, con il quale chiedere una somma equivalente all’iscrizione. Tale somma oltre a ottemperare gli oneri burocratici, servirà all’acquisto del bracciale giallo e relativa spedizione.
In questo modo inoltre, sarà possibile determinare il quorum minimo di adesione per la creazione dell’associazione stessa.
Se l’iscrizione dovesse costare 5 euro, e intendessimo avviare la procedura solo una volta raggiunte le 1000 adesioni, il crowdfunding avrebbe come obiettivo il raggiungimento dei 5mila euro.

Apparentemente sembra semplice ma non lo è.
La difficoltà è inversamente proporzionale al numero di persone che si fanno carico di organizzare tutto questo, affinché anche gli altri possano usufruirne.
Un po’ come quando durante il servizio vi ritrovate a correre il doppio perché qualcuno non fa il proprio dovere.
Ma voi non lo state facendo per lui/lei.
Non lo fate nemmeno per voi stessi.
A dirla tutta potreste fare il vostro e nessuno potrebbe recriminarvi nulla se il servizio è andato in merda.
Ma invece no. Correte il doppio, tamponate, rincorrete, sparecchiate un tavolo e poi passate a prendere l’acqua del tavolo 12 e contemporaneamente chiedete il dolce al tavolo 6.
Siete ai primi, ma buttate un’occhio a chi sta rallentando il pass con gli antipasti e vi sganciate per finire l’impiattamento.
Se vi riconoscete in questa descrizione, sappiate che la BRIGATA che abbiamo intenzione di creare è fatta di gente come voi, che come noi da una parte non sono in grado di far finta di niente, dall’altra vorrebbero lavorare e quindi vivere in maniera più equilibrata, sana, professionale questo lavoro che abbiamo scelto di fare.

Vi aspettiamo.
D’altronde siamo “WAITERS”

Qui trovi le informazioni su come partecipare (la partecipazione è GRATUITA!)
http://www.bit4job.it/it/informazioni/quando-e-come-arrivare

Lascia il tuo commento